25 novembre

Oggi è la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Un momento importante che ci ricorda della grande piaga umana e sociale che la nostra società continua a infliggere alle donne, alle ragazze e alle bambine in giro per il mondo. La nostra Mariantonietta Danello ha scritto questa poesia per l’occasione, che vi invitiamo a leggere. La ricerca delle immagini è di Giulia La Rosa – (AADS).

Rivoluzione

  • C’è una donna
  • sotto un cielo di guerra,
  • le è stata sradicata
  • l’intimità.
  • C’è una donna
  • in un mare di migrazione,
  • porta nel grembo una vita,
  • teme che abbia gli occhi del suo stupratore.
  • C’è una donna
  • in un triste abito da sposa,
  • è oggetto di scambio
  • in un accordo tra padri.
  • C’è una donna
  • ad una festa elegante,
  • è una bambola
  • in un gioco depravato.
  • C’è una donna
  • su un marciapiede notturno,
  • la protegge il ladro
  • della sua dignità.
  • C’è una donna
  • su un tappeto di sangue,
  • le ha azzittito il battito
  • il padre dei suoi bambini.
  • C’è una donna
  • livida d’amore,
  • conosce solo carezze
  • che provocano dolore.
  • C’è una donna
  • dietro le sbarre della sua paura,
  • muore lenta
  • tra le mura dell’agonia.
  • Ma c’è una donna
  • che inizia a sventolare
  • la bandiera della rivoluzione,
  • non più rossa di sangue
  • ma di sano amore.

Commenta anche tu:

La tua mail non verrá pubblicata e tutti i tuoi dati verranno trattati nel rispetto della privacy policy. I campi obbligatori sono contrassegnati da (*)